News‎ > ‎

Convegno Fatto Apposta per la Città

pubblicato 15 giu 2012, 06:21 da dimitrij zanusso   [ aggiornato in data 15 giu 2012, 06:37 ]
Il progetto Generazione Expo vi invita il giorno 21 giugno dalle ore 15 alle ore 21 al convegno
 
FATTO APPOSTA PER LA CITTÀ:
i ragazzi e le associazioni, risorse e riflessioni per un nuovo welfare.

Il convegno consentirà di avviare una riflessione su “come si costruisce benessere”: Welfare come benessere condiviso.
Un concetto di welfare da legare a stretto giro al tema dell’educazione: creare coesione nei territori, invitare i ragazzi ad essere protagonisti del loro futuro. Un welfare attivo, non passivo. La leva educativa è una necessità improrogabile in questo processo.
Quali sono gli strumenti migliori per lavorare in tale direzione?
Il progetto “Generazione Expo” – GeXò - , aiutato da alcuni ospiti proverà a ragionare su questi temi, portando anche le riflessioni che emergono dalla propria esperienza.

Il progetto ha fornito alcune opportunità ai ragazzi.
Gli eventi e le proposte hanno rappresentato l’esca per incontrare i ragazzi e per fargli sapere che nella loro zona sono presenti numerose ed interessanti opportunità educative. Per rendere ancora più efficace l’esca, si è partiti dai ragazzi vicini alle associazioni e dalla loro capacità di produrre idee innovative. Abbiamo voluto dare una chance al disagio ma dentro contesti di “normalità”. Gexò racconterà quelle connessioni associative che hanno permesso di costruire gli eventi e le proposte nelle 8 zone di decentramento.

Come continuerà l’esperienza del Progetto Generazione Expo?

Un percorso dedicato accompagnerà l’ingresso al convegno raccontando per immagini l’esperienza costruita.
Programma
15.00 iscrizioni e visita mostra per immagini

15.30 convegno

19.00 aperitivo a km zero e festeggiamenti
 
Temi:
I ragazzi come risorsa, le associazioni come risorsa. L’associazionismo è al servizio della città? È un luogo per far crescere la città? Le associazioni offrono occasioni educative ed opportunità per far crescere i ragazzi nell’autonomia e per renderli protagonisti del loro futuro. Le associazioni creano occasioni per aprire i loro contesti di normalità anche a ragazzi diversamente problematici ? Quanto i giovani sono interessati ai temi del futuro sintetizzati da Expo (Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita) cioè una diffusa e corretta alimentazione e la tutela dell’ambiente?
 
Interventi:

Pierfrancesco Majorino, assessore Politiche Sociali e Cultura della Salute

 

Angela Quaini, responsabile regionale AGESCI Lombardia

Quando i ragazzi coinvolgono altri ragazzi: la riflessione pedagogica: Ivo Lizzola, pedagogista Università di Bergamo.I temi dell’Expo 2015 come leva per appassionare i ragazzi: Paolo Petracca, presidente ACLI Milano

 

Associazioni che aprono contesti di normalità come occasioni di incontro con ragazzi in situazioni diversamente problematiche: Aurelio Mancini, direttore Settore famiglia e minori del Comune di Milano

 

Il ruolo delle associazioni a fianco delle istituzioni per un nuovo modello di welfare a misura dei giovani: Simone Zambelli, presidente Consiglio di Zona 8 Milano

 

Un progetto a rete interassociativa come sperimentazione nazionale: Elena Bonetti, comitato nazionale, inc. RS, AGESCI

 

Verso la sostenibilità locale del progetto GeXò: Michele Marzulli, presidente CNGEI Milano 

 

per informazioni info@gexo.im

Ċ
dimitrij zanusso,
15 giu 2012, 06:21
Comments